Archivi giornalieri: 19 marzo 2012

°° Sabato 17 Marzo 2012 : Lav in piazza a Pontedera (PI) °°

vivisezione piazze

Anche quest’anno la Lav è scesa nelle piazze italiane per due week end consecutivi per mostrare agli italiani la crudeltà della vivisezione e per raccogliere firme per abolirla.
Oltre a volantini e opuscoli informativi, nei banchi Lav troverete in vendita le uova di cioccolato extra fondente equo&solidali  al prezzo di 11 Euro, denaro che supporterà economicamente la campagna anti vivisezione.
Sabato 17 Marzo ho partecipato personalmente al banco informativo Lav tenutosi a Pontedera (Pi).
Abbiamo raccolto nella singola giornata circa 400 firme, distribuito tantissimi volantini e venduto ben 33 uova.
Ma possiamo fare ancora di più, con l’aiuto prezioso di tutti voi!
Sabato 24 & Domenica 25 Marzo la Lav sarà ancora in piazza: cercate il banco Lav più vicino a voi e partecipate attivamente! Firmate la petizione e acquistate un uovo per festeggiare la Pasqua che è alle porte.
Se non potete raggiungere la piazza con il banco Lav , vi ricordo che la petizione è anche online sul sito della Lav !
Firmate e fate firmare a tutti i vostri amici e parenti. Dobbiamo raggiungere  500 mila firme per una proposta di legge da presentare in parlamento.
La vivisezione è una pratica crudele e inutile che va assolutamente FERMATA!
Milioni di animali sono nelle nostre mani.
Unitevi alla Lav e schieratevi contro queste torture.

Questo slideshow richiede JavaScript.

°° GreenPeace: Rio Mare, così tenero che distrugge l’ecosistema marino °°

 

Se non visualizzi correttamente questa mail CLICCA QUI


Ciao lettore,


Rio Mare è la scatoletta più consumata dagli italiani, ma pochi sanno che, per pescare il suo tonno, vengono utilizzati metodi di pesca distruttivi.

La pesca con i FAD, ovvero quegli oggetti galleggianti utilizzati per concentrare i pesci, causa non solo la cattura di esemplari giovani di tonno, ma dinumerosi altri animali marini, tra cui specie in pericolocome squali e tartarughe. Si stima che per ogni 9 chilogrammi di tonni catturati si pesca 1 chilogrammo di altri animali “indesiderati”.

Rio Mare si è impegnato a usare tonno pescato con metodi sostenibili (quali canna o reti senza FAD) solo nel 45% dei suoi prodotti. Ma una “qualità responsabile” a metà non esiste. Scrivi all’amministratore delegato di Bolton Alimentari, l’azienda che produce le scatolette Rio Mare, e chiedigli di adottare gli stessi standard per il 100% dei suoi prodotti. 

La terza edizione della nostra classifica “Rompiscatole” dimostra che quando sono i consumatori a chiederlo, le aziende sanno muoversi verso la sostenibilità. Aiutaci a fare pressione sul più grande marchio italiano. Con la tua e-mail puoi convincerlo a cambiare in un click. 

Altre aziende l’hanno già fatto. Che cosa aspetta Rio Mare?

Scrivi a Rio Mare Giorgia Monti
Responsabile campagna Mare
Greenpeace Italia


 

Alcuni sostengono che il pianeta non ha futuro.
Altri sostengono Greenpeace!
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.664 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: