Archivio mensile:febbraio 2012

°° Ristorante Vegetariano PITAGORA °°

Intervista al titolare del ristorante vegetariano PITAGORA – Marina di Massa.


Caro Ristoratore, da quanti anni sei diventato vegetariano?
Sono vegetariano da 7 anni.

Potresti raccontarci come è avvenuta la tua “conversione” alimentare?
I miei primi 30 anni sono stati da carnivoro, amavo carne e pesce, soprattutto. Ad n certo punto mi sono reso conto di quanto fosse sbagliato nutrirmi di cadaveri e far pagare ad esseri innocenti con la vita la sublimazione dei miei peccati di gola. cosi ho detto basta, e da allora combatto la mia battaglia non solo personale ma anche sociale.

Quali difficoltà hai incontrato durante il tuo percorso vegano?
Nessuna difficoltà. Fortunatamente il cibo non da dipendenza .
Come in tutte le cose, la differenza la fa sempre la motivazione che ti muove…..

Hai un’attività ristorativa vegetariana. Raccontaci come è nato il ristorante vegetariano PITAGORA.
Ho lavorato per 12 anni come ragioniere nell’azienda di famiglia. Non ero felice, anche se la retribuzione era buona. Un giorno passeggiavo per Carrara e vidi un piccolo ristorante che davano in gestione. Non avevo mai lavorato neppure un giorno in un ristorante ma decisi di buttarmi……. e dio solo sa quanto benedico quell’intuizione! Oggi, a 3 anni di distanza, seppur in un luogo diverso da Carrara, sono una persona, finalmente, felice. Non è da tutti andare a lavorare col sorriso. Io, a 33 anni, ci riuscii.

Dicono che i ristoranti con soli piatti vegan abbiano poca economia e clienti. Cosa ne pensi?
Penso che in parte sia vero. Ovviamente non serve essere economisti per capire che una proposta che soddisfi tutti i palati dia risultati economici migliori. Specie sul mare, dove piatti a base di pesce sarebbero di sicuro piu richiesti…..Molti evitano per preconcetto un ristorante vegetariano. Molti vegetariani e vegan dal canto loro vanno ad alimentare ristoranti cinesi e pizzerie, risparmiando qualche euro ma di certo infilando i propri denari nelle tasche di chi si arricchisce sulla vendita di cadaveri…. e queste è una pessima cosa, che molti pero’ giustificano col fatto di voler assecondare ‘il gruppo’. Con un ristorante vegetariano, si sa fin dall inizio, si fa fatica, non si diventa ricchi, si rischia il proprio denaro. Pero’ se una persona è pronta a scommetterci e ci mette capacità impegno e lungimiranza….. ce la puo fare.

Cucineresti mai piatti a base di animali?
Assolutamente NO. Se mai fossi costretto a chiudere il mio ristorante, cambierei radicalmente lavoro. Non mi vedrei mai e poi mai in una cucina diversa dove girano cadaveri. figuriamoci toccarli! E poi….. un buono chef deve assaggiare cio che cucina…… e questo basta per escludere a priori questa cosa!

Il piatto più richiesto al Pitagora?
Ravioli di tofu e borragine in salsa verde di pistacchi, tordelli di seitan al ragu vegan, wellington di soia con patate al profumo di tartufo bianco

Dai un consiglio ai giovani che vogliono diventare vegan.
Seguite il vostro cuore! non fate che la società vi assorba in scelte onnivore che non ritenete vostre. non abbiate paura della vostra ‘diversità’, ma assecondatela. la svolta vegan è un esperienza che auguro a tutti, la miglior rivoluzione possibile !!!

Ringrazio il Titolare per l’intervista concessa.

 

Ristorante Vegetariano Pitagora
Via Adelina Zini, 58
Marina di Massa
http://www.ristorantepitagora.it  

Qualche immagine del locale.

pitagora

ristorante


UPDATE: Il Ristorante Pitagora dal 16 Settembre 2015 non sarà più 100% veg, bensì retrocederà ad onnivoro proponendo menù a base di animali acquatici.
Per tutte le info cliccare QUI .

°° Cucciolo di ratto cerca Adozione °°

E’ stato trovato ieri 16 Febbraio 2012 un piccolo di ratto che attraversava una strada trafficata a Santa Croce Sull’Arno (Pisa). Il cucciolo è stato tempestivamente salvato da me dalle auto che stavano per schiacciarlo. Nella mattinata del 17 Febbraio è stato portato in ambulatorio veterinario per una visita generica. Il ratto risulta sano, pulito e abituato alla presenza umana. Evidentemente qualcuno lo aveva liberato poichè non voleva più tenerlo in casa. E’ un maschio. E’ bianco (albino) con gli occhietti rossi e ha una leggera pigmentazione grigia sulla testa. E’ docile e si fa accarezzare. Non morde. Mangia da solo e adora dormicchiare. Veramente tenerissimo.

Cerca una famiglia o una persona che voglia adottarlo, che abbia già esperienza con i ratti e sappia come tenerlo bene, e che non abbandoni MAI. Verrà dato in adozione esclusivamente ad amanti degli animali, come animale da compagnia e non per altro scopo (incluso preda per serpenti in cattività)

Chiunque fosse interessato può richiedere l’adozione al numero 346 7303355 
oppure scrivendo all’indirizzo sbarellababy_animals@hotmail.it

UPDATE: ADOTTATO.

°° Prodotti baby bio & eco non testati su animali.. alla Coop °°

Nei supermercati Coop nel reparto dedicato alla cura e all’igiene dei più piccoli sono arrivati tanti prodotti biologici ed ecologici per neonati. Il marchio è FLORA Laboratori di natura, e i prodotti in vendita sono realizzati con materie prime vegetali. Flora non testa nè ingredienti, nè prodotto finito su animali. Infatti sulla confezione è chiaramente indicato che essi sono approvati da I.c.e.a per LAV e hanno il noto simbolo del coniglietto bianco che indica il Cruelty Free.

Prodotti Flora

Miscela dal profumo dolce e caldo.

La miscela Bimbio è un aroma naturale per alimenti e trova il suo utilizzo anche nelle lampade per aromi e vaporizzatori per purificare e profumare gli ambienti aggiungendone 4-5 gocce nella vaschetta con acqua.

Luogo di origine: Italia.


Olio Massaggio BimBìo BIO – 100 ml

Prendete il tempo per regalare un amorevole massaggio al vostro bambino. Il massaggio aromatico si pratica con tecnica dolce e con movimenti leggeri. L’aroma di oli essenziali puri 100% di Arancio, Vaniglia e Mandarancio, sprigionato durante l’uso, genera stimoli olfattivi
che donano al corpo e alla mente una piacevole sensazione di gioia e serenità.

DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
Questo prodotto è testato e riconosciuto sicuro sulla pelle da laboratori specializzati.


Aria Spray BimBìo – 30 ml

Prodotto con alcool vegetale e oli essenziali puri al 100% di Arancio dolce e Mandarino rosso.

Per purificare l’aria della cameretta dei bambini.

Gli oli essenziali puri 100% contenuti nel prodotto di Arancio dolce, Mandarino rosso e Vaniglia sono conosciuti in aromatologia come profumi distensivi adatti a infondere tranquillità e benessere nel bambino.

 

Crema Antirossore BIO – 100 ml

E’ il prodotto ideale per la protezione quotidiana della pelle delicata di neonati e bambini. E’ un coadiuvante cosmetico naturale 100% utile per ostacolare gli arrossamenti e le irritazioni provocate dal ristagno di sudore, urina o feci nel pannolino, da agenti esterni come freddo, lavaggi frequenti e sfregamenti. L’azione emolliente e lenitiva dell’Aloe Vera unita all’azione antirossore e antiprurito degli steroli della Brassica Campestris donano uno stato di protezione e di benessere alla pelle del bambino.

DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
Questo prodotto è testato e riconosciuto sicuro sulla pelle da laboratori specializzati.

 
Per ulteriori informazioni e per vedere tutta la gamma di prodotti di Flora visitate il sito internet ufficiale cliccando Qui.

°° Protesta contro i veleni della Toxic Concordia °°

Fai firmare anche i tuoi amici!

Ciao lettore,
a un mese dal tragico incidente della Costa Concordia teniamo alta l’attenzione sul rischio di un possibile disastro ambientale. Oggi pubblichiamo un inventario delle sostanze e dei materiali pericolosi ancora presenti a bordo sulla base dell’elenco fornito dall’armatore al Commissario delegato per l’emergenza.

Le informazioni dell’armatore sono incomplete e superficiali. Si parla di pitture, smalti e insetticidasenza specificare tutte le sostanze in essi contenute e, spesso, costituite da composti organici a base di cloro che si accumulano negli organismi viventi.

La fuoriuscita di carburante – l’IFO380, particolarmente pericoloso e vietato nella navigazione in Antartico – determinerebbe il maggior impatto sull’ambiente dell’Isola del Giglio, che è parte del Santuario dei Cetacei. Le operazioni di estrazione del carburante sono state avviate ma anche i detergenti, le vernici, gli insetticidi dovrebbero essere rimossi dalla nave il prima possibile, insieme a tutti i materiali solidi, galleggianti e non.

La tragedia della Costa poteva essere evitata se in dieci anni di Accordo internazionale sul Santuario fossero state adottate regole specifiche per limitare il traffico marittimo in aree vulnerabili. Ma possiamo fare in modo che tragedie come questa non accadano mai più.

Chiedi al ministro dei Trasporti, Corrado Passera, di emanare al più presto un decreto interministeriale che regoli il traffico marittimo nelle zone a rischio ambientale. Più di 28 mila persone hanno giù inviato una mail al Ministro. Agisci anche tu. Il ritardo “Costa”.

Diffondi su facebook Twitta il messaggio

Grazie!

img   Vittoria Polidori
Responsabile campagna Inquinamento
Greenpeace Italia

 
Diventa Sostenitore

SGreenpeace Italia 2012

°° Dodo verrà soppresso il 23 Febbraio: Cercasi casa disperatamente! °

Ci sono persone che uccidono, che infondono terrore,  che straziano la società..
E che non vengono punite.

E poi, ci sono animali che al mondo non hanno commesso nessun reato e vengono comunque condannati a morte. Forse perchè reputati “inutili”.

Anche Dodo, è un cane come tanti, che a breve verrà ucciso.Si trova in Croazia, dove il suo padrone non lo vuole più, e dove i cani che finiscono come rifiuti al canile non hanno diritti. Anzi, hanno solo un dovere: quello di abbandonare il Mondo al più presto possibile.

La morte di Dodo avverrà il 23 Febbraio. Qualcuno ha deciso per lui che la sua vita non merita di continuare. Quel qualcuno strapperà la sua esistenza senza pietà. Di Dodo rimarrà solo un corpo vuoto. Seviziato.

Al mondo non ci sono soltanto Bestie Umane. Esistono anche persone degne di esistere, che tutelano i più deboli e che combattono contro la cattiveria che contraddistingue il genere umano.
Dodo cerca il suo angelo  custode. Vuole vivere, essere felice, avere una famiglia tutta sua e MORIRE DI VECCHIAIA!!!!
Chiunque possa adottarlo e strapparlo via dalle luride mani di quegli assassini, contatti  le volontarie che fanno di tutto per salvare questi cuccioli…

UPDATE 15 febbraio 2012:
Ho contattato la volontaria Sara per sapere se il cane ha trovato casa, questa è stata la risposta.

<< Ciao, oggi Dodo usciva dal canile per raggiungere la pensione.Verrà fatto un preaffido perchè forse ha trovato adozione. La cosa certa è che è SALVO! >>

grazie a tutti per la condivisione 

°° Facce da Vivisezione °°

Ecco a voi i volti e i rispettivi nomi di chi, pagato con i nostri soldi, ha votato CONTRO la chiusura di Green Hill (allevamento di animali, in special modo cani beagle, che vengono venduti ai laboratori per essere vivisezionati).

Uomini frustrati, depressi.. che non hanno un briciolo di cuore, e neanche un paio di palle. Perchè i veri uomini non abusano dei più deboli. Quantomeno lo permettono agli altri.

Poi.. abbiamo le donne. Che, ovviamente, non avendo un briciolo di sensibilità votano a favore della vivisezione. Facce femminili distrutte emotivamente, perchè si sa, in tangenziale la sera fa freddo, e lo scarseggiare di clienti rende acide.

QUESTE FACCE DI CAZZO HANNO VOTATO PER FAR SI CHE GREEN HILL NON CHIUDESSE! AFFINCHE’ LA VIVISEZIONE E LA MORTE ANIMALE CONTINUI.

 

 Chiudiamoci loro nei laboratori!!!!

°° News Letter Lav °°

LEGA ANTIVIVISEZIONE
immagine

Un San Valentino davvero speciale

 

A San Valentino fai un regalo con il cuore: dedica un pensiero davvero speciale alla persona che ami. Scegli un dono LAV, aprirai il tuo cuore anche agli animali. Regala l’adozione a distanza di uno dei cani di cui ci prendiamo cura. Sam e Yoghi sono quelli che hanno più bisogno del tuo aiuto. Se preferisci un regalo più tradizionale, vieni a vedere le nostre proposte. Buon San Valentino dalla LAV!

 
» http://www.lav.it/index.php?id=1241

immagine

Vivisezione: arriva il primo si

 

Mercoledì scorso la Camera ha approvato l’articolo 16 del Disegno di Legge Comunitaria 2011. Un primo passo avanti in tema di vivisezione dopo la direttiva europea. L’articolo infatti prevede fra l’altro l’obbligo di anestesia e la chiusura degli allevamenti di cani come “Green Hill”, oltre a incentivare i metodi alternativi. Ora dovrà esprimersi il Senato. E noi continueremo a batterci, fino all’obiettivo di una scienza sicura e senza animali.

 
» http://www.lav.it/index.php?id=1080

immagineFermiamo la mattanza in Ucraina

 

Colpiti da spari o avvelenati, “bruciati in forni crematori mobili”, narcotizzati e buttati in fosse comuni poi ricoperte col cemento. Queste inquietanti notizie testimoniano come la strage dei cani in Ucraina, in vista dei campionati Europei di calcio, sta proseguendo. La LAV già a novembre aveva scritto all’Ambasciata di Ucraina in Italia, ma finora nulla è cambiato. Dichiara anche tu la tua indignazione.

°° Air France fa volare gli animali dritti nei laboratori di vivisezione °°

AIR FRANCE E’ RESPONSABILE DELLA MORTE E DELLA TORTURA DI MIGLIAIA DI ANIMALI

Nel centro di Milano o in qualsiasi altra città italiana possiamo incontrare migliaia di persone, migliaia di turisti arrivati in aereo, che non sanno di aver volato forse con una compagnia che nella stiva nasconde dei prigionieri. Si tratta di prigionieri di una guerra che l’umanità sta portando avanti da troppo tempo contro gli altri esseri viventi su questa terra, una guerra che ha portato all’estinzione di intere specie, e che ha creato campi di prigionia in ogni dove, per ogni specie, per ogni diverso scopo. Una guerra che ha tra i suoi campi di sterminio anche i laboratori di vivisezione, dove milioni e milioni di animali finiscono ogni anno, sono imprigionati, subiscono torture e poi vengono uccisi e sezionati.

Le vittime di questa carneficina non arrivano volontariamente in questi posti, ci vengono portate via terra, via mare, via aerea. Ci vengono portate spesso dentro gabbie costruite appositamente, da ditte specializzate, così come anche chi effettua gli stessi trasporti sono ditte specializzate o fortemente implicate in questa tratta di prigionieri e vittime.

L’azienda che nel mondo trasporta il maggior numero di animali per i laboratori è AIR FRANCE-KLM.

Sono loro che caricano gabbie su gabbie di prigionieri dalle Mauritius.
Sono almeno 10.000 ogni anno i macachi deportati con un unico scopo: usarli come cavie e ucciderli nei laboratori.
Sono loro gli arei carichi di macachi partiti recentemente dal Vietnam, per portarli negli orribili laboratori Covance negli Stati Uniti alla fine di un estenuante viaggio di quasi 40 ore.
Sono loro gli aerei che annualmente portano migliaia di altri prigionieri-cavia dalla Cina e dai paesi Caraibici.

 Per tutti coloro che volessero partecipare alla campagna internazionale, potete

– Boicottare i voli AirFrance-KLM e anche quelli di Alitalia, posseduta al 25% dalla compagnia francese. AirFrance-KLM gestisce anche il servizio cargo della stessa Alitalia.

– Diffondere i volantini sulla campagna contro AirFrance-KLM nei tavoli informativi, richiedendoli a: materiale@nemesianimale.net

– Partecipare alle prossime proteste che organizzerà Nemesi Animale. Per avere aggiornamenti iscriviti alla loro newsletter mandando una mail vuota a nemesianimale-subscribe@lists.riseup.net

– Telefonare al Servizio clienti AirFrance in Italia per dire che hai scelto di boicottare la loro compagnia fino a che non cesseranno i trasporti di animali per i laboratori: Numero verde – 848 884466

– Telefonare anche all’ufficio nazionale AirFrance a Roma: Tel: 06 48791545 – 06 48791423

– Scrivere subito una o più mail in cui chiedi uno stop definitivo al trasporto di animali per la vivisezione e annunci di boicottare i loro voli, utilizzando questo blocco mail:
Jaques.Leijssenaar@klmcargo.com, customer-service.blq@afklcargo.com, customer-service.flr@afklcargo.com, customer-service.lin@afklcargo.com, eelco-van.asch@klm.com, mail.cso.rome@airfrance.fr, mail.cso.venice@airfrance.fr, ambarbati@airfrance.fr, aupatratti@airfrance.fr, eldelbasso@airfrance.fr, ffranzini@airfrance.fr, macapanni@airfrance.fr, marco.castracane@klmcargo.com, matiraboschi@airfrance.fr, mgcasiraghi@airfrance.fr, mocaprari@airfrance.fr, paolo.monnini@klmcargo.com, rolaltrelli@airfrance.fr, groups.itafkldl@klm.com, docataldo@airfrance.fr, gianluca.andolfi@klm.com, jcspinetta@airfrance.fr, peter.hartman@klm.com, jan-ernst-de.groot@klm.com, phgourgeon@airfrance.fr, phcalavia@airfrance.fr, albassil@airfrance.fr, chboireau@airfrance.fr, brmatheu@airfrance.fr, frbrousse@airfrance.fr, jlpinson@airfrance.fr, edodier@airfrance.fr, thbellon@airfrance.fr, leo.van.wijk@klm.com, cornelis.van.lede@klm.com, frederic.gagey@klm.com

Lettera tipo:

Dear Sir.
I write this email to show my disappointment about the import/export of animals (expecially monks) by your company. I ask you to stop importing alive animals from the isles to the laboratories. The flying company “Air France” and its ethic against animal is now well known . I’m from the side of the millions of animals tortured every year by the multinational companies, carried on your planes. I beg you to stop supporting vivisection and animal killing. ANIMALS ARE NOT UNPLEASANT STUFF !!!
If this shame wont stop, I promise i’ll never be your costumer anymore and i will tell all my family and friends to boycott you.
I prefere get a good flying company wich has mercy of all the habitants of the Earth.

Nome, Cognome
Città
Stato

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 6.554 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: